Tempo fuor di sesto


Sottogenere:

Autore: Philip K. Dick

Editore: Fanucci

Disponibile su Amazon

«“Qualcuno può in buona fede immaginare” fece Lowery “che lei indovini la risposta esatta tutti i santi giorni? È ridicolo. Le probabilità sono al di là del calcolabile. O quasi. Ebbene sì, le abbiamo calcolate. Un pallottoliere che arriva fino a Betelgeuse.”
“Che cos’è Betelgeuse?”
“Una stella lontanissima. Era una metafora. In ogni caso, sappiamo che non si tratta di indovinare… A parte la fase finale, forse. Quando la scelta è tra due  tre caselle.”
“A quel punto lancio una monetina” ammise Ragle.
“Ma allora,” fece Lowery pensoso, stropicciandosi il mento e agitando il sigaro su e giù, “quando è questione di due o tre caselle su un migliaio e più, non ha importanza. Chiunque potrebbe indovinare, a quel punto.”
Ragle ne convenne.»

Tempo fuor di sesto di Philip K. Dick

Tempo fuor di sesto di Philip K. Dick: Il grande romanzo visionario e premonitore, in bilico tra Ucronia e Distopia, sull’enigma dell’Uomo del Gioco a Premi.

In una tranquilla cittadina americana degli anni Cinquanta vive Ragle Gumm, un bravo ragazzo che ogni giorno si impegna a vincere un concorso del quotidiano locale, cercando allegramente di sedurre la moglie del vicino. Ma il giovane sembra essere consapevole di un altro mondo e di un altro tempo, che cospirano contro di lui, e non si tratta di un semplice caso di paranoia. Ragle Gumm, in qualche modo, è al centro del mondo. Ma quale mondo? Scritto nel 1958 e pubblicato nel 1959, “Tempo fuor di sesto” è un romanzo esemplare degli anni Cinquanta e di quella società americana che dietro una facciata pulita e ben dipinta, nasconde invece misteri e ossessioni, violenza e timori. Il 1958 immaginato e descritto da Philip K. Dick si trasforma in qualcosa d’altro, giungendo fino a noi sotto forma di immaginario, di paesaggio simbolico, spinto da una potenza che rende tutt’oggi il romanzo una fertile sorgente di idee.

Introduzione di Carlo Pagetti. Postfazione di Francesca Guidotti.

 
 

Commenti e recensioni: