I migliori libri sulla decorazione dei piatti e l’impiattamento


L’arte dell’impiattamento e del presentare al meglio il cibo nel piatto è questione di creatività, e si possono imparare alcune regole di base, come le simmetrie, il senso della proporzione fra cibo e piatto, l’abbinamento dei colori, l’equilibrio tra le consistenze.

Studiando le geometrie, le cromie, le consistenze, i volumi dei cibi, un piatto può essere bello, oltre che buono.

Attraverso l’impiattamento possiamo far apprezzare i nostri piatti sotto ogni aspetto.

In questa selezione troverai i migliori libri sulla decorazione piatti e impiattamento:

Scenografia del piatto. Tecniche di presentazione e di decorazione

Ricette spiegate passo passo con disegni e foto di ogni ingrediente utilizzato.

Un piatto ben presentato parte avvantaggiato. L’esperienza gustativa coinvolge tutti i sensi, infatti la scienza ha dimostrato che “degustiamo” il cibo a livello cerebrale prima di assaggiarlo. La vista, che si attiva molto prima del gusto e dell’olfatto, si mette subito al lavoro a predisporre (o a negare) l’apprezzamento. Ciò nonostante, raramente gli studi dell’arte culinaria comprendono nozioni sull’estetica del piatto. I professionisti imparano sul campo e chi vuole sviluppare uno stile personale è sempre alla ricerca di stimoli e modelli. In questo libro Alexis Vergnory offre una serie di tecniche di presentazione applicabili a piatti dolci e salati e mette le sue “teorie” subito “in pratica” con circa 40 ricette selezionate proprio per illustrare allestimenti particolari. Le foto dei piatti finiti sono accompagnate da disegni che illustrano la posizione di ogni singolo elemento. In un mercato sempre più competitivo, che impone ai professionisti una strategia di comunicazione fortemente visiva (social media, web marketing), migliorare le proprie tecniche di presentazione è diventato essenziale.

A scuola di food design. Impiattare con gusto e creatività

Dal progetto alla realizzazione, spiegata nei dettagli, con tanti consigli su come accostare sapori, forme, colori. Per chi vuole diventare un vero esperto di food design.

”Si mangia con gli occhi” è una frase emblematica: spiega in modo semplice ma efficace la prima sensazione che si prova davanti a un piatto invitante. Perché, prima ancora del profumo, al nostro cervello arriva un’immagine che genera una reazione immediata, istintiva. L’impiattamento è un grande mezzo a nostra disposizione per apprezzare e far apprezzare sotto tutti gli aspetti le pietanze che abbiamo cucinato. Studiare le geometrie, le cromie, le consistenze, i volumi dei cibi ha una grandissima importanza affinché un piatto, oltre che buono, sia anche bello, e da semplice contenitore diventi espressione della creatività in cucina. L’autrice insegna a impiattare molte ricette di diverso stile e difficoltà lasciandosi ispirare dai grandi chef, dai colori della natura, dall’arte e da tutte le forme in generale, dalle nostre intuizioni… e a schizzare su un foglio di carta semplici geometrie, per provare poi a dar colore, materia e infine un abbinamento a ogni ingrediente. La vostra tavola saprà suscitare piacere per gli occhi, prima ancora che per il palato.

Potrebbero interessarti anche i manuali tecnici della scuola di cucina Alma:

 
 

Commenti e recensioni: